Massa Marittima

di Maurizio De Cicco

Massa Marittima

21 Luglio 2022 Articoli 2

Massa Marittima

Il patrimonio storico-culturale italiano, vanta una colonia di insediamenti in terra di Toscana.

Partendo da Follonica ed avventurandosi verso Siena, passando da Massa Marittima, splendida cittadina  arroccata sulle Colline Metallifere, sopra la salita di “schianta-petto”, si può fare una suggestiva quanto splendida tappa fra vicoli di borghi antichi con le botteghe artigiane tipiche del luogo, ammirare lo splendido Duomo, cornice anche del Teatro estivo “Sotto le Stelle”, dove in estate vengono rappresentate Opere liriche. Massa Marittima offre altri interessanti luoghi e panorami caratteristici da poter vistare camminando “lento pede” per le salite e le discese medievali. Comune libero fin dalla fine del XIII sec., la Città del “Balestro del Girifalco” (quarta domenica di Maggio e seconda domenica di Agosto), mostra anche edifici storici di notevole interesse culturale:

La Cattedrale di San Cerbone, (Duomo) costruita nella suggestiva piazza a forma di Stella con  la cupola ottagonale e l’interno, a tre navate, conserva numerose opere d’arte. A sinistra della Cattedrale si affaccia sulla piazza il Palazzo Vescovile.

La Chiesa di San Francesco, in stile gotico

La Chiesa di San Pietro all’Orto, di epoca trecentesca

La Chiesa di San Rocco, del periodo quattrocentesco

La Chiesa di Sant’Agostino

La Ex chiesa di San Michele

La Chiesa di Santa Chiara

L’Ex Monastero di Santa Chiara

La Chiesa di Sant’Antonio abate

Fonte dell’Abbondanza

Anche i Palazzi storici sono di notevole importanza e datati di qualche secolo:

Nel Palazzo del Podestà di fattura duecentesca come la Cattedrale, si può visitare il Museo Archeologico.

Il Palazzo dei conti di Biserno, duecentesco, si trova fra il Palazzo del Podestà e la sede del  Palazzo Comunale. In quest’ultimo costruito in epoca medievale, abbiamo la cinquecentesca Cappella dei Priori.

Il Palazzo Malfatti con le sue Logge, è risalente al XIII secolo e si trova di fronte al Palazzo Comunale.

Il Palazzo Bandini, palazzo datato  XII secolo.

Il Palazzo Pannocchieschi, del XIII secolo.

Il Palazzo Albizzeschi, in cui nacque San Bernardino.

Le Fonti dell’Abbondanza, costruite nel Duecento.

L’antico palazzo della zecca di Massa Marittima.

Il Palazzo delle Armi, in stile rinascimentale nella Città Nuova.

Nel centro storico, oltre a botteghe, palazzi, Chiese, Musei e quant’altro possa far rivivere la suggestione di epoche remote, non mancano i caratteristici e originali Ristoranti, Trattorie, Pizzerie e Bar, ricavati dalle costruzioni esistenti che vanno dal XIII al XV sec. la semplicità e l’ospitalità dei Massetani fa da cornice a questo splendido quadro che, come vedremo, è la caratteristica che si ripeterà anche nei dintorni di Massa Marittima e nei  paesi della Maremma e della Toscana.

Per arrivare a Massa Marittima da Follonica si percorrono 21 km in poco più di 25 minuti.

Immagini dal web

 

2 risposte

  1. Claudia Tamberi ha detto:

    Grazie, come raccontare la storia in poesia e facendo venir voglia di prendere e partire, per quei bellissimi gioielli da vedere !!!
    Testimonianze storiche preziose 😘

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.